spiagge-a-cefalu spiagge-a-cefalu

Vacanze a Cefalù con i bambini: i luoghi del divertimento

4 Novembre 2021 -News

La Sicilia e la zona di Cefalù hanno molto da offrire sia agli adulti, sia ai più piccoli. Guardando proprio a questi ultimi, sono molti i posti da visitare in Sicilia con bambini per una vacanza capace di unire le bellezze dell’isola con tanto divertimento. Proprio il borgo di Cefalù è particolarmente adatto a delle vacanze in famiglia, da trascorrere tra arte, storia, mare e divertimento.

Cefalù: bellezze storiche per grandi e bambini

Passeggiare per il suggestivo Corso Re Ruggero di Cefalù è un’esperienza molto interessante per adulti e per bambini: la via è accompagnata da molti negozi di souvenir e prodotti tipici e caratteristici del borgo, colori cui i bambini difficilmente potranno resistere. Sul corso si aprono anche molti vicoli laterali, con scorci interessanti e locali e trattorie dove intrattenersi per mangiare, capaci di soddisfare tutta la famiglia.

Dalle vie principali del centro storico è possibile raggiungere il lavatoio medievale di Cefalù, dove scorrono le fresche acque del fiume Cefalino. Qui, è possibile incantare i propri figli con l’immagine delle lavandaie che si recavano con i loro panni alle acque del fiume, scendendo per la scala di pietra lavica all’ingresso; oppure, per stimolare ancora di più la fantasia dei bambini, si può parlar loro della leggenda del fiume Cefalino: questo fiume – si racconta – sarebbe nato dalle lacrime di una ninfa, addolorata per il tradimento del suo amante, che poi lei stessa avrebbe fatto uccidere.

Sicuramente adatta a colpire e stupire i bambini è la maestosità del Duomo di Cefalù: anche in questo caso, la visita stimola la sensibilità storica e artistica dei bambini, grazie al magnifico Cristo Pantocratore o al vicino chiostro; in alternativa, si può spiegare come questa cattedrale, edificata nel 1131 dal re Ruggero II d’Altavilla, sia nata per via di una furiosa tempesta che colpì il sovrano mentre navigava: il re e i suoi uomini non sarebbero sopravvissuti, se non fosse stato per l’intervento divino. Per questa ragione, in segno di ringraziamento, Ruggero II fece costruire il Duomo.

Infine, per unire bellezze storiche e panorami meravigliosi, si può salire sulla Rocca di Cefalù: i resti del castello del Duecento, che si raggiunge dopo una salita che permette di apprezzare anche il famoso tempio di Diana (IX secolo), ripagheranno i più grandi e i loro figli della piccola fatica fatta per raggiungerli; inoltre, dall’altezza di oltre 250 metri sopra il livello del mare, la vista è a dir poco mozzafiato.

Le spiagge e il mare di Cefalù

cefalu-bambini
Se si ha voglia di mare Sicilia con bambini piccoli non bisogna dimenticare che quello di Cefalù è, oltre che un luogo ricco di storia e bellezze artistiche adatte a tutte le età, un borgo marinaro. Passeggiare sul lungomare di Cefalù è un’esperienza rilassante per tutta la famiglia: in estate, il tratto di costa sabbiosa di Cefalù sembra fatto proprio per rilassarsi e divertirsi con lunghi bagni. La spiaggia di Cefalù, sia libera che attrezzata, può essere raggiunta dai numerosi ingressi sul lungomare o dal porticciolo, che si trova poco oltre l’arco di Porta Marina di Cefalù (una delle quattro porte storiche del borgo, nonché l’unica a essere ancora in piedi). Le acque di Cefalù non sono per nulla profonde e quindi adattissime ai bambini, anche piccoli. La sabbia è abbondante e quindi adatta a giocare in sicurezza e a costruire castelli di sabbia e piste per biglie e giochi a ruote. I più grandicelli potranno divertirsi con giochi sportivi in acqua e a cercare le secche di sabbia, più in fondo.

Certamente, il mare si presta più alla stagione estiva: se dunque si vuole visitare Cefalù in famiglia nella prima settimana di agosto, si può anche partecipare alla festa patronale del Santissimo Salvatore. Dal 2 al 6 agosto, tra mercati e processioni, è possibile assaggiare un piatto tipicamente arabo, la pasta a’ taianu, o, ancora, giocare alla “ntinna a mari”, una competizione gestita dai pescatori locali, in cui i partecipanti adulti devono percorrere un albero insaponato cercando di raggiungere e raccogliere una bandiera (e finendo in acqua nella maggior parte dei casi, per il divertimento di tutti).

Cefalù e dintorni

ragazzi-cefalu
Cefalù è anche un ottimo punto di partenza per delle gite con tutta la famiglia nei comuni vicini. Tra le mete più piccole e caratteristiche, spicca sicuramente Pollina: in cima a una collina alta circa 800 metri, da questo paese si possono ammirare i migliori panorami siciliani fino alla cima dell’Etna. Tra le bellezze storiche che possono interessare adulti e bambini, a Pollina si visitano l’anfiteatro di Pietrarosa e la Torre Maurolico (resto di un castello medievale appartenente alla famiglia Ventimiglia).

Da Cefalù può essere raggiunto facilmente anche il capoluogo Palermo, che – con alcuni suoi elementi architettonici, come ad esempio il Palazzo dei Normanni – chiude, insieme a Cefalù e Monreale, l’itinerario dell’arte arabo-normanna in Sicilia. A metà tra arte, storia e folklore, il teatro dell’opera dei pupi di Palermo può affascinare e coinvolgere tutta la famiglia ed è un’esperienza unica da vivere in Sicilia.

A pochi chilometri da Cefalù, nel cuore del Parco delle Madonie, è stato allestito un Parco Avventura capace di coinvolgere ed entusiasmare tutti i partecipanti: dagli adulti meno temerari fino ai bambini più coraggiosi. Tra case sull’albero, percorsi acrobatici pensati e diversificati per adulti e bambini (con percorsi adatti a tutte le età), tiro con l’arco e arrampicate, il Parco Avvenuta Madonie sembra allestito appositamente per lasciare un ricordo indelebile in qualsiasi famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.